Una preziosa guida per conoscere e contrastare le neofite invasive

neofita

Le piante, come gli animali, si spostano in risposta ai cambiamenti climatici. Da qualche anno è stata perciò attribuita sempre più attenzione alle neofite (che dal greco significa “generate di recente”): piante introdotte dall’uomo in Europa, in modo intenzionale o accidentale, dopo la scoperta dell’America, quindi dal 1492.
Di mille specie alloctone che giungono in Svizzera solo cento riescono a sopravvivere; di queste ultime almeno dieci riescono a stabilirsi ma solo una è potenzialmente invasiva. Queste piante/specie si riproducono e si diffondono agilmente, causando danni alla biodiversità, all’economia (danneggiamento strutture stradali, eccetera) e alla salute. La lotta a questi organismi oltre ad essere ardua e onerosa richiede anni di lavoro.
Segnaliamo quindi la Guida alle neofite invasive – Riconoscere le piante problematiche e affrontarle in modo corretto, recentemente pubblicata dal preposto Gruppo di lavoro organismi alloctoni invasivi (Neobiota) e indicata dallo stesso sito cantonale www.ti.ch/organismi.
Ulteriori consultazioni consigliate:
. l’opuscolo informativo Piante invasive 2015 realizzato dalla Commissione federale per la sicurezza biologica (CFSB);
. il sito www.specie-senza-frontiere.ch .